Il tuo Carrello è vuoto!

A CREMONA UNA NUOVA VASCA A DISPERSIONE DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA


Il recupero di questo importante spazio di vita cittadina per dare alla piazza maggior prestigio e vivibilità ha reso necessario un intervento chirurgico e di alto livello tecnologico per realizzare nell’unico spazio angusto disponibile tra parcheggio, reperti archeologici e palazzi esistenti una nuova vasca per la raccolta dell’acqua di prima pioggia e per la sua successiva distribuzione nella rete fognaria esistente.

I lavori per la realizzazione del parcheggio sotterraneo multipiano e per la ristrutturazione di questa importante piazza nel centro storico della città, hanno posto severi vincoli ai progettisti per la realizzazione della nuova vasca, sia in termini di progetto vero e proprio come per esempio la tenuta della condotta, che in termini finanziari in quanto il costo di realizzazione e i tempi dovevano essere in linea con i parametri di avanzamento del cantiere generale, ormai aperto da più anni.



Coprem ha contribuito in maniera vincente con il suo nuovo brevetto, lo Scatolare Giunto Saldato, un particolare manufatto realizzato con una fascia di liner in polietilene ad alta densità (HDPE) di dimensioni adeguate applicata in stabilimento durante il getto in prossimità della parte maschio e in prossimità della parte femmina. Questa soluzione che contempla la saldatura di ogni giunto in cantiere dopo la posa ha il vantaggio di garantire la tenuta della condotta a costi confrontabili con quelli di uno scatolare con guarnizione tradizionale, avendo in più la caratteristica di permettere angoli importanti nella posa della condotta e di sopperire a possibili assestamenti della stessa.


Lo stesso scatolare lato maschio e lato femmina in stabilimento prima della partenza


Posa degli scatolari in cantiere

Poiché il progetto prevedeva la raccolta delle acque piovane di tutta la superficie della piazza, è stato necessario predisporre in molti elementi adeguate forometrie per il successivo innesto delle tubazioni di vario diametro e per le necessarie ispezioni.


Utilizzo delle forometrie

Questi interventi sono stati resi possibili direttamente sulla linea di produzione nello stabilimento Coprem grazie all’ultilizzo delle armature rigide come previsto dal D.M. 14/01/08, armature che sono state opportunamente dimensionate e posizionate secondo le necessità, senza quindi subire possibili tagli a posteriori che avrebbero portato inesorabilmente all’indebolimento del manufatto.
Sono stati utilizzati scatolari di dimensioni 75 cm. di larghezza per 250 cm. di altezza, una configurazione del manufatto abbastanza rara nel panorama delle richieste di mercato e resa possibile dalla flessibilità dei macchinari utilizzati dalla Coprem.


Condotta vista dall’interno prima delle saldature, con evidenza della curvatura

Dopo l’assemblaggio degli elementi in cantiere è intervenuto il personale specializzato di Coprem Servizi per eseguire la saldatura di ogni giunto con il relativo controllo finale tramite scintillografo a garanzia della tenuta.


Saldatura dei giunti

I vantaggi di questa nuova soluzione con saldatura del giunto degli scatolari sono quindi: la tenuta idraulica anche con pressioni elevate e con deviazioni angolari importanti, l’assenza di infiltrazioni di radici, la garanzia della tenuta anche in caso di assestamenti rilevanti grazie all’elasticità del liner con potere di allungamento di oltre il 500%, il mantenimento nel tempo delle caratteristiche di progetto (più di 100 anni).

> CONTATTA SUBITO IL NOSTRO UFFICIO TECNICO
Compila il modulo ed inviaci una richiesta sul prodotto
* Azienda:
* Nome e Cognome:
* E-mail:
* Telefono:
* Domanda:
* Inserisci il codice di sicurezza:
Acconsento
Invia la domanda

Back to top